Azoospermia

Azoospermia

Esistono persone che soffrono di sterilità a causa dell’ assenza di spermatozoi nell’ eiaculato. Questa deficienza si denomina azoospermia.Possono esserci due tipi di azoospermia: Azoospermia ostruttiva o non secretora e azoospermia non ostructiva o secretora.

Azoospermia ostruttiva: i pazienti che soffrono questa disfunzione presentano le vie seminali severamente lesionate, con agenesia di diversi e/o epididimo e ostruzioni epididimaria. Non presentano spermatozoi nell’ eiaculato però si possono incontrare a livello del epididimo e del testicolo. L’unica possibilità, in questi casi, è effettuare una microaspirazione di spermatozoi epididimi (MESA) o realizzare una biopsia testicolare (TESE) per ottenere gli spermatozoi e poter eseguire con essi la microiniezione di spermatozoi all’ interno ovocitario (ICSI).

Azoospermia non ostruttiva o secretora: Sono pazienti che presentano danni a livello del processo di espermatogenesi nel testicolo, ciò significa che non ci sono spermatozoi nel liquido seminale nel testicolo poiché esiste un errore a livello di formazione degli spermatozoi. Dipendendo del livello nel quale si presenta il blocco della maturazione spermatica, possiamo trovare diverse cellule germinali come spermatogoni, spermatociti e spermatidi, le quali sono cellule immature. In alcuni casi, non esistono neanche dette cellule immature, presentando solo cellule di Sertoli.

INDICAZIONI

  • Azoospermia ostruttiva
  • Azoospermia non ostruttiva

METODOLOGIA
Si realizzerà una biopsia testicolare nel momento in cui sia necessario utilizzare gli spermatozoi testicolari per ottenere una fecondazione (TESE). Verrà realizzata solo la microiniezione di spermatide o cellule spermatiche immature (ROSI o ELSI) nell’ ovocita, quando non esiste la possibilità di ottenere degli spermatozoi sia nel seme che nella biopsia testicolare. Con le cellule ottenute dalla biopsia, si tenterà di coltivare in vitro, in un mezzo adeguato, con il fine di poter ottenere spermatozoi o forme spermatiche il più evolute possibili. Tutti questi processi si realizzeranno con la conoscenza e il preciso consenso della coppia. Esistono fogli informativi per ognuna delle tecniche applicate, così come moduli d’ accettazione e consensi della coppia che sollecita la cura.

Quando le prove realizzate indicano che l’ azoospermia secretora è causata dall’ assenza di produzione di spermatozoi nel testicolo, nonostante lo sperma contenga cellule germinali immature vive e senza anomalie apparenti, è possibile ottenere lo sviluppo di queste cellule fino allo stato di spermatide mediante coltivo cellulare. Le spermatidi originate in questo coltivo potranno essere iniettate direttamente nell’ ovocita allo scopo di fecondarlo.

Per facilitare la maturazione delle cellule germinali durante il coltivo in vitro, sarà indispensabile la presenza di altri tipi di cellule testicolari, assenti nell’ eiaculato e presenti nel tessuto testicolare, per questo motivo, è necessario, la biopsia testicolare per l’ esito di questa tecnica.
Questa tecnica ha consentito la nascita di diversi bambini sani e geneticamente normali. Le analisi e il trattamento che verranno dati alla paziente saranno gli stessi che quelli necessari per una ICSI con spermatozoi nel seme.

Dovuto al fatto che il numero di bambini nati dopo l’ iniezione di spermatidi e di spermatidi maturati, in particolare in vitro è ancora molto piccolo, si consiglia che, una volta stabilita la gravidanza ci si sottomettà ad un diagnostico prenatale. Sarebbe necessario realizzare una amniocentesi per analizzare i cromosomi e uno studio ecografico per analizzare la morfologia del feto.

Diseño web: Limón Publicidad